CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE 500 ème anniversaire
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé

Un luogo, una storia

Il castello di mattoni rossi e di tufo fu costruito su fondamenta gallo-romane durante il regno di Luigi XI e diventò la proprietà di un favorito del Re, Etienne-le-Loup, ex cuoco.
Completata nel 1490 da Carlo VIII, la dimora riceve una cappella aggiunta all'ala occidentale, offrendo così un oratorio ad Anna di Bretagna, giovane sposa del re Carlo VIII.

Un invitato di riguardo

Leonardo Da Vinci arriva al Maniero di Cloux nell'autunno del 1516, dopo aver attraversato le Alpi e portando con sé tre delle sue opere maggiori: Santa Anna, la Vergine e il bambino, San Giovanni Battista e la famosa Mona Lisa oltre all'insieme dei suoi taccuini e dei suoi schizzi.

Dopo aver girato a lungo per il mondo, Leonardo da Vinci si stabilisce al Castello di Clos Lucé, sua prima e unica dimora personale. Francesco I° lo accoglie in questo luogo con queste parole: "sarai libero di pensare, di sognare e di lavorare."

Vivrà qui gli ultimi tre anni della sua vita, dipingendo e lavorando fino al 2 maggio 1519, data in cui si spegne nella sua camera.

Per maggiori informazioni sul Castello del Clos Lucé >>