CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE CASTELLO DI CLOS LUCE 500 ème anniversaire
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé
Castello del Clos Lucé

Unico : Le collezioni di modellini realizzate dagli schizzi di Leonardo da Vinci

Il seminterrato della dimora è dedicato a " Leonardo ingegnere" con l'esposizione di 40 delle sue invenzioni su temi diversi: genio militare, urbanistica, meccanica, macchine volanti e idraulica. 6 animazioni in 3D permettono di comprendere il funzionamento delle invenzioni di Leonardo da Vinci.

La natura, fonte d'ispirazione di Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci ha tutto immaginato osservando la natura. È dunque nel parco del Clos Lucé che sono messe in scena le sue creazioni e le sue principali invenzioni. Durante una passeggiata iniziatica, botanica e pedagogica, i visitatori scoprono le fonti d’ispirazione di Leonardo da Vinci, illustrate da:

20 macchine giganti ed azionabili

40 tele che mostrano dettagli di opere o di disegni di Leonardo da Vinci

8 terminali audio installati nel parco

I temi evocati sono i paesaggi, le intuizioni tecniche, la bellezza del corpo, la città ideale, la luce dei visi, la meccanica della vita.

Il “Giardino di Leonardo - Leonardo e la Natura"

Alla base della terrazza rinascimentale nel cuore del Parco Leonardo da Vinci, il "Giardino di Leonardo - Leonardo e la Natura" è stato realizzato con l'aiuto dei più grandi ricercatori e scienziati. Per la prima volta, in un sito naturale paesaggistico, il Castello del Clos Lucé dà vita ai disegni botanici, agli studi geologici ed idrodinamici ed ai paesaggi.
Scoprite:
- 1 ponte di quercia a doppia campata disegnato da Leonardo da Vinci la cui struttura innovativa, in triangolazione è oggi ancora largamente utilizzata.

Il giardino permette di osservare nella palude vortici turbolenti o effetti misteriosi di nebbia. I curiosi potranno scovare dettagli di quadri famosi, dalla “Vergine delle Rocce” alla “Gioconda”, ricostituite in decorazione naturale. Sorgenti, cascate e grotte invitano a condividere le impressioni più intime dell'artista.

Un aspetto poco conosciuto delle sue opere sulla Natura:
- Centinaia di disegni e schizzi di piante, fiori e paesaggi trovati nei suoi taccuini.
- Lavori pioneristici in botanica, geologia e fisica.
- Il primo ad intuire il ruolo del sole nella crescita delle piante.
- Il primo a studiare i principi del “tempo geologico” ed il suo ruolo nella formazione della terra.
- Il primo a comprendere i meccanismi di formazione delle correnti e dei gorghi.
- Il primo a spiegare la circolazione dei suoni e della luce a partire dallo studio delle onde.

Per maggiori informazioni sui giardini del Clos Lucé >>