©D. Darrault - ABBAZIA DI FONTEVRAUD ©D. Darrault - ABBAZIA DI FONTEVRAUD ©S. Bonniol/Visuelles - ABBAZIA DI FONTEVRAUD ©S. Bonniol/Visuelles - ABBAZIA DI FONTEVRAUD ©D. Darrault - ABBAZIA DI FONTEVRAUD ©D. Darrault - ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD
ABBAZIA DI FONTEVRAUD

Una città monastica

La vita monastica all’Abbazia di Fontevraud s'articola tra la vita spirituale (ora et labora, preghiera e lavoro) e la vita comunitaria;

Il chiostro del Grand-Moûtier
Luogo adatto alla passeggiata e alla meditazione, il chiostro è il centro intorno al quale si organizza la vita conventuale: a nord si trova la chiesa, ad est la sacrestia e la sala del Capitolo, a sud il refettorio e ad ovest le dipendenze. Verrà ricostruito nel XVI secolo e nel XIX verranno aggiunte le gallerie penitenziarie.

La vita conventuale intorno al chiostro

La sala capitolare
È in questa sala che si tenevano le riunioni del Capitolo e varie cerimonie. Venne ricostruita nel XV secolo e gli affreschi, che risalgono al 1563, vennero ricoperti all’epoca della prigione.

La sala del camino
I lavori di ricamo venivano eseguiti in questa sala, l’unico spazio riscaldato dell’Abbazia.

Il refettorio
Le monache di clausura si riunivano nel refettorio due volte al giorno per i pasti. Il loro regime alimentare, inizialmente a base di pesce e farinacei, venne trasformato con la riforma dell’ordine nel XVII secolo.

I dormitori
Per accedere ai tre dormitori, una bella scala rinascimentale con volta a botte e risalente al XVI secolo

Labora, il lavoro delle monache di clausura

L’infermeria Saint-Benoît
Edificate nel XII secolo poi ricostruite verso il 1600, costituivano all’origine il cortile principale dell’Abbazia ed ospitavano le monache in fin di vita.

Le cucine romaniche
Battistero, lanterna per i morti o chiesa: l’attribuzione di questo edificio del XII secolo è rimasta a lungo incerta ma oggi sappiamo che si trattava sicuramente delle cucine.

I giardini
Come la maggior parte dei monasteri, Fontevraud era circonda da giardini divisi in spazi dedicati ciascuno ad una funzione ben precisa: l’orto, il frutteto cimitero ed il giardino delle piante medicinali.

Per maggiori informazioni sur l'Abbazia di Fontevraud >>