©C.Mouton/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire ©C.Mouton/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire ©P.Forget/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire ©P.Bousseaud/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire ©M.Berger/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire ©Henneghien/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire ©P.Forget/CRT Centre Val de Loire - Castello di Sully-sur-Loire
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE
CASTELLO DI SULLY-SUR-LOIRE

Visita del du castello di Sully-sur-Loire

Negli appartamenti del Duca di Sully

La visita del Castello di Sully-sur-Loire comincia con:
- la sala detta della tomba (resti del Duca di Sully e di sua moglie)
- le due sale di dimensione medievale d’iorigine (XIV secolo): statua del Duca di Sully, arredo originale (camino, vani delle finestre, travià e tredici ritratti di membri della famiglia
- scalinata d’onore la cui struttura, voluta da Sully stesso, testimonia della sua volontà di utilizzare gli ambienti per la sua gloria personale
- la camera del Re in puro stile Luigi XIV. Due arazzi del XVII secolo e due quadri dalle grandi dimensioni conferiscono una particolare maestà a questa sala.

Per accedere al sottotetto e al cammino di ronda, bisogna prendere la scala della torre d'Angillon. La struttura del tetto è particolare sotto vari punti di vista: la sua ampiezza, la sua forma con volta a sesto acuto e, soprattutto, il suo perfetto stato di conservazione (XIV secolo).

Una nuova organizzazione interna 

La visita continua con la nuova organizzazione degli spazi interni:
- studio del’intendente, in uno stile del XIXème,
- l’appartamento XVIII con la presentazione degli arazzi di Psiche in un arredo fatto di rivestimenti in legno, camini e mobili d’epoca.

Il passaggio al XIX secolo avviene attraverso:
- la Torre Quadrata del Portone che dà accesso al Grande Salone, sala il cui arredo XIX secolo è caratterizzato da soffitti dipinti alla gloria del Duca, i mobili ed i quadri,
- la camera di Madame, o piccolo salone, una camera in stile Carlo X dall’aspetto molto femminile,
- infine, la sala da pranzo, ultima sala della visita, sorprende per il suo camino spettacolare decorato con stemmi e simboli.

Il cortile e il fossato conferiscono al sito un aspetto monumentale tra il fiume e la città…